Applicazioni P.A.S.

Il P.A.S. consiste in esercizi carta-matita eseguiti dall’alunno supportato dalla mediazione dell’applicatore che, insieme a lui analizza i processi mentali utilizzati per lo svolgimento del compito. Ogni incontro viene formulato un “principio” che estrapola in una generalizzazione (induzione) l’esito del lavoro di mediazione. Questo principio viene scritto per poi passare ai bridging, vale a dire delle concretizzazioni (deduzione) del principio. In tal modo si spinge il mediato ad una costante “ginnastica della mente” che va dal concreto all’astratto, dal generale al particolare e viceversa, dal lavoro sulla pagina all’esperienza di vita quotidiana in cui poter applicare il processo mentale individuato. In tal modo si induce il cervello ad auto plasmarsi, attivando spontaneamente in contesti diversi le medesime funzioni cognitive richieste per l’esecuzione del compito. In tal modo l’applicazione del P.A.S. comporta ricadute positive e significative anche nello studio delle materie curricolari, dal momento che l’alunno impara ad imparare.

Sito web gratis da Beepworld
 
L'autore di questa pagina è responsabile per il contenuto in modo esclusivo!
Per contattarlo utilizza questo form!